Come sono i letti matrimoniali alla francese?

La versione del letto matrimoniale alla francese ha le dimensioni a metà tra un letto singolo e uno matrimoniale. Scopri tutte le caratteristiche!

letti matrimoniali alla francese come sono i letti matrimoniali alla francese

Non sono molte le persone ad avere un’idea chiara di come sono i letti matrimoniali alla francese, nonostante nel corso degli anni i nuovi materiali disponibili e le tecnologie sempre più avanzate abbiano favorito il moltiplicarsi delle tipologie di letto offerte sul mercato. Le versioni ancora oggi più richieste rimangono i modelli singolo, matrimoniale e ad una piazza e mezzo.

Anche scegliendo il letto alla francese, chi ritiene un buon sonno ristoratore la soluzione migliore per scaricare la tensione accumulata nel corso delle normali giornate lavorative, non avrà difficoltà ad addormentarsi. Come appare chiaro fin dal nome utilizzato, il luogo nel quale è stata concepita tale versione è la Francia. Il modello alla francese è nato nel ‘600, in pieno periodo barocco e inizialmente si caratterizzava per la presenza di un baldacchino di forma rettangolare, sostenuto da dei pilastri. Se il materiale utilizzato per la struttura era il legno di noce, molti erano gli elementi decorativi (ottenuti con una lavorazione al tornio), quali intagli e intarsi in avorio e madre perla, ma anche in legno di castagno.

Si tratta di una soluzione salvaspazio, ideale per i monolocali e per le case delle vacanze che solitamente si contraddistinguono per il poco spazio disponibile per gli ospiti. Le dimensioni lo pongono a metà strada tra un letto singolo e uno matrimoniale. Sono proprio le dimensioni a rendere questi letti matrimoniali in grado di ospitare comodamente sia 1 che 2 persone. Si parla di 200 cm di lunghezza e di 140 cm di larghezza. Tra i modelli tradizionali, il singolo ha normalmente dimensioni di 90×200 cm, uno ad una piazza e mezza arriva ad offrire 120×200 cm di spazio, mentre la variante matrimoniale raggiunge dimensioni di 160×200 cm. Se la lunghezza è comune a tutte e tre le tipologie presentate, è proprio la larghezza a rendere unico questo modello.

Le caratteristiche principali e le varianti disponibili

Se un ospite ha l’opportunità di trovare un giaciglio di ampie dimensioni nel quale riposare, anche una coppia godrà di un comfort ottimale. Non stupisce che molti hotel abbiano scelto tale soluzione per arredare le camere. In questo modo anche stanze piuttosto piccole possono rispondere in modo ottimale ad una clientela esigente. Per quanto riguarda la struttura, questi modelli vedono solitamente l’impiego di ferro battuto oppure di legno scuro. A livello estetico a catturare l’attenzione è la testiera, in molti casi elaborata e di dimensioni particolarmente generose. Per donare a questo letto un gusto classico, le versioni più comuni presentano decorazioni realizzate in oro e caratterizzate da tonalità calde.

Il fatto di aver riscontrato un successo crescente in tutto il mondo, specialmente in Europa e nei Paesi orientali, ha portato i produttori a progettare e sviluppare anche versioni più moderne, ideali da inserire in abitazioni contraddistinte da arredamenti avveniristici. A variare nel corso degli anni, seppure leggermente, sono state anche le dimensioni. Al giorno d’oggi è possibile trovare varianti la cui larghezza può raggiungere i 145 cm. Anche in quest’ultimo caso vengono mantenuti intatti i punti di forza, ossia compattezza, comfort e funzionalità, che hanno permesso di inserire tali modelli all’interno delle camerette dei ragazzi oppure di abitazioni in cui risiedono single o persone che necessitano di particolari esigenze.

Infine, coloro che presentano un sonno agitato possono rigirarsi tra le coperte senza rischiare di cadere. Esistono anche versioni rivestite in tessuto sfoderabile. Questo dà l’opportunità di operare un acquisto mirato in base ai propri gusti e alle esigenze in tema di abbinamento con il resto dell’arredo, scegliendo tra microfibra, pelle o ecopelle.

La soluzione ideale per le stanze piccole

Tra le versioni proposte un grande successo è stato riscontrato da quelle dotate di contenitore, che hanno attirato l’attenzione di un numero crescente di consumatori nel corso degli ultimi anni. In questo ambito il più famoso è il modello “Sommier”, che si distingue per la semplicità del disegno e per l’assenza della testata. Oltre ad offrire un giaciglio confortevole permette di riporre all’interno del contenitore diversi capi d’abbigliamento, oppure di conservare le coperte una volta giunto il momento del cambio di stagione.

Anche le persone che decidono di acquistare questa tipologia di letti hanno l’opportunità di scegliere tra altezze e misure diverse, oltre che di optare per un movimento di alzata in luogo di un altro. A variare sono anche le tipologie di piedini, realizzati in legno o in acciaio. Un’alternativa a questi ultimi è rappresentata dalle ruote.

È importante ricordare come un metro cubo di capacità sia in grado di contenere l’equivalente di 4 trapunte matrimoniali e di 2 cuscini. Anche nei letti matrimoniali alla francese la presenza di un contenitore non comporta alcun sacrificio sul piano dell’eleganza. I bordi ricoperti trasmettono una sensazione di maggiore solidità, mentre il design riesce a caratterizzarsi in molte occasioni per la sua morbidezza.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.