Come scegliere il divano letto?

Ci sono diversi fattori che influiscono sulla scelta del divano letto per la nostra casa. Scopri le diverse caratteristiche che devono avere i divani letto.

Scelta del divano letto Come scegliere un divano letto

Vi siete mai chiesti come scegliere il divano letto adatto ai propri ambienti? Si tratta di una delle più ardue sfide di arredo al momento di cambiare casa o rivoluzionare il volto del proprio appartamento senza necessità di traslocare altrove. Che sia il caso di un esemplare ad angolo per il salotto, o di un mobile convertibile da inserire nella stanza degli ospiti, il divano letto dovrà comunque rispondere a specifiche esigenze di estetica e praticità, variabili a seconda dello stile di arredamento della casa e dei desideri di chi la abita.

Il divano con letto apribile o a scomparsa è una funzionale soluzione di arredo che consente di beneficiare al contempo di sedute eleganti e cozy da giorno e di un confortevole materasso dove distendersi per il riposo notturno. In tal modo, si può fare affidamento su uno o più posti letto aggiuntivi, sfruttando anche gli spazi più ristretti e combinando in maniera smart la zona soggiorno a quella notte.

La convivialità del salotto unita all’intimità della zona riposo: è questa l’innovazione determinata dagli intelligenti sofà convertibili, sempre più diffusi tra i mobili da interno e preferiti a brandine o lettini gonfiabili non solo per il carattere salvaspazio, ma anche per il design chic e moderno che li rende complementi d’arredo decorativi oltre che di grande funzionalità.

Divano letto: i mille volti del mobile 2 in 1

Qualsiasi siano le ragioni che spingono ad acquistarne uno, il sofà trasformabile va selezionato con cura, orientandosi tra i numerosissimi modelli e formati a disposizione sul mercato.

La destinazione d’uso deve guidare in prima istanza la scelta. Bisognerà dunque partire dall’inizio e quindi stabilire la zona della casa dove collocarlo e le persone che si suppone ne usufruiranno maggiormente. Ci sarà una sensibile differenza tra un modello da salone, che offra come possibilità aggiuntiva quella di trasformarsi in lettino solo all’occorrenza per potenziali ospiti, e uno da monolocale al mare destinato a essere sfruttato massicciamente come superficie di riposo in assenza di una vera e propria zona notte dove abbandonarsi a un sonno ristoratore. In tal caso la componente di comfort ed ergonomicità di materasso ed eventuale rete si pone in cima alla lista dei fattori da prendere in considerazione per una corretta scelta.

Attualmente, sono disponibili divani progettati per competere con i classici letti quanto a qualità del sonno offerta. Si può optare per materassi in schiuma di poliuretano espansa o a molle di spessore considerevole, per assicurare alla schiena il massimo agio, mentre i materassi sottili sono contemplabili solo qualora la comodità e lo stile delle sedute avesse la precedenza rispetto all’aspetto riposo. Altro fattore di discrimine è il meccanismo di apertura. I più frequenti sono:

  • a scorrimento, verticale o frontale;
  • ad apertura orizzontale;
  • a ribalta
  • a libro.

Per stabilire quale tipo di apertura faccia al caso proprio, sarebbe bene testarla per rendersi conto di tempistiche e grado di difficoltà. Alcuni sistemi sono più rapidi, leggeri e intuitivi, mentre altri richiedono più di qualche minuto e una buona dose di sforzo fisico. Bisogna anche considerare che esistono sofà convertibili in grado di celare in un apposito vano contenitore il letto già pronto all’uso, laddove altre versioni richiedono di smontare letteralmente sedute e schienale e rimuovere lenzuola e copriletto al momento di richiudere. Queste ultime sono indicate per chi non debba armeggiare quotidianamente con l’apertura del mobile, che rischierebbe altrimenti di diventare un appuntamento fisso poco gradito quando si è incastrati nel resto del mobilio circostante e non si dispone della giusta libertà di movimento.

Come abbinare il divano letto allo stile della stanza

Un discorso a parte merita l’accordo del sofà convertibile con lo stile d’arredo dell’ambiente che va a completare. Acquistarne uno dalle linee eccentriche e insolite, che però stona con il colore della pittura o della carta da parati e dei mobili che lo attorniano, può comportare il classico effetto “pugno nell’occhio”. Meglio non esagerare neppure con i materiali: pelle e tessuto sono piuttosto versatili, a patto che non presentino finiture vistose come vernici o satinature. Proposte contemporanee ispirate al mondo orientale, come il design con schienale in legno e materasso futon attorcigliato, sono perfette per case moderne dall’arredo essenziale e minimalista. Chi dispone di una stanza ampia, come una capiente zona living, può rivolgersi a strutture altrimenti considerate ingombranti, come i lussuosi divani a L e con penisola, che si adeguano a uno stile pomposo come al purismo scandinavo.

Se il sofà 2 in 1 è indirizzato alla cameretta dei bimbi o alla stanza dei giochi, il tradizionale legno bianco opaco effetto artigianale può essere sostituito da fantasie colorate e vistose, come righe e pupazzetti, dal rosa al turchese fino al verde e all’arancione. A questo punto, dovrebbero aver trovato risposta tutti i più frequenti dubbi su come scegliere il divano letto migliore per la propria abitazione.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.